Isaiah Thomas: “Se fossi alto sarei il migliore del mondo”

In un’intervista, il playmaker dei Boston Celtics ha dichiarato di non aver mai avuto un buon rapporto con la sua statura, sostenendo che con 10-20 cm in più potrebbe battere chiunque. Ha anche detto però che questo svantaggio ha avuto una grande influenza sul suo modo di essere, temprandolo a lavorare il doppio degli altri per essere sempre più forte e non venire discriminato. Infine, ha parlato del suo idolo d’infanzia, Damon Stoudamire: un folletto di 1 metro e 77, mancino, ma con un’energia che quasi faceva dimenticare i suoi limiti atletici. A lui deve anche il suo tatuaggio di Mighty Mouse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *