Retroscena del caso-Irving: i Cavs avrebbero potuto ottenere Paul George

Secondo ESPN, già varie settimane fa i Cavaliers avrebbero avuto la possibilità di scambiare l’infelice Kyrie Irving, e la pedina di scambio sarebbe potuta essere nientemeno che Paul George.

In quel momento, però, la dirigenza di Cleveland, non avendo la certezza della volontà del playmaker di andarsene, avrebbe preferito rifiutare lo scambio, proponendo invece al suo posto il terzo componente dei Big Three, Kevin Love. Dopo il rifiuto (abbastanza scontato) di Indiana di accontentarsi di un giocatore troppo altalenante e discontinuo, la telenovela-George sarebbe finita come oggi tutti sappiamo, con lo sbarco del giocatore nell’Oklahoma.

Certo, se i Cavs avessero potuto prevedere la secca richiesta di cessione del proprio giocatore forse non avrebbero cestinato la proposta dei Pacers, e magari ora sarebbero ancora saldamente sul trono della Eastern Conference.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *