Allen Iverson non ha dubbi: “MVP 2018? Io dico LeBron”

L’ex playmaker, in un’intervista, si è sbilanciato sul possibile vincitore del titolo di MVP 2018: “Io dico senza dubbio LeBron James. C’è lui, e poi tutti gli altri. La lega è piena di buoni giocatori, è vero, ed io porto rispetto ad ognuno di loro; ma secondo me LeBron, nonostante i quasi trentacinque anni, resta il favorito”.

Artista ridisegna il taglio di capelli ai giocatori NBA: ecco il risultato

Tyson Beck, artista americano che collabora con la Lega NBA, ha voluto creare delle particolari “opere d’arte” in cui ha aggiunto dei curiosi tagli di capelli alle star NBA.

Ecco alcuni risultati:

Qui Dwyane Wade ha guadagnato delle splendide treccine, mentre Reggie Miller e Paul Pierce sfoggiano due classici tagli afro.

Non poteva ovviamente mancare His Airness Jordan, a cui però le treccine donano un po’ meno che a Wade.

Taglio molto moderno, quasi alla LaMelo Ball, per Kobe; ad Iverson invece le solite treccine sono state sostituite da un taglio più fashion, mentre a Garnett sono semplicemente stati aggiunti i capelli.

Interessante anche il taglio sbarazzino donato a Tim Duncan.

E, dulcis in fundo, il taglio peggiore, ossia quello dato a Ray Allen: qui i capelli di Candy Man sembrano un parrucchino posizionato male.

 

Westbrook è il giocatore preferito di Iverson

Intervistato riguardo la stagione stellare del numero 0 dei Thunder, il folletto che rese grande Philadelphia ha dichiarato di esserne davvero un fan: “Lui è attualmente il mio giocatore NBA preferito. Quest’anno si è meritato pienamente il titolo di MVP, ha fatto una cosa (la tripla doppia di media, ndr) che probabilmente non vedremo per molti anni e che non credevo fosse possibile”.

LeBron: “Jordan mi ha ispirato, ma Iverson è un dio”

LeBron James ha raccontato i suoi idoli d’infanzia: per lui Michael Jordan è sempre stato un’ispirazione, ma Allen Iverson “rappresentava tutto quello che i ragazzini neri volevano raggiungere, era come un dio”. Non solo il leader dei Cavaliers considera in questo modo Iverson; infatti, anche Steph Curry ha dichiarato di essersi ispirato proprio a lui per cercare di diventare un grande tiratore.

Big3 League, la prima giornata

Si è giocata stanotte al Barclays Center la prima giornata del campionato di basket 3 contro 3 organizzato da Ice Cube. Deludente sotto molti punti di vista: prima di tutto la quasi invisibile prestazione del più atteso di tutti Allen Iverson, autore di soli 2 punti in pochi minuti nella vittoria dei suoi 3’s Company contro i Ball Hogs di Scalabrine. Si è giustificato nel post-partita dicendo di essere lì “più da allenatore che da giocatore”. Altra nota negativa gli infortuni: dopo pochissimi minuti ha dovuto lasciare il campo un altro dei più attesi, Jason Williams, mentre poco dopo anche Corey Maggette si è fatto male. Assente Chaucey Billups, che salvo imprevisti sarà il nuovo GM dei Cavaliers. MVP della serata Rashard Lewis, che porta alla vittoria i 3-Headed Monsters con 27 punti tra cui il canestro decisivo.

Risultati: 3-Headed Monsters 62-60 Ghost Ballers, Power 62-58 Tri State, 3’s Company 61-51 Ball Hogs, Trilogy 60-45 Killer 3’s.