MVP Award Preview – Basketball Curiosities

La nuova stagione NBA è alle porte: ecco i cinque principali candidati al titolo di MVP 2017/18!

 

LeBron James: inutile dirlo, se si parla di MVP non prendere in considerazione The Chosen One equivale ad un’eresia. Quasi 33 anni e non sentirli, lui rimane l’unico motivo per cui i Cleveland Cavaliers rimangono tra i top team della lega. Solitamente si risparmia durante la Regular Season per poi scatenarsi nei playoff, ma chissà che quest’anno King James non decida di deliziarci con le sue prodezze già da metà ottobre.

Kevin Durant: un altro che va citato per forza di cose è KD, tra l’altro vincitore dell’ultimo titolo di MVP delle Finals. Nonostante abbia intorno a sé tanti altri campioni ha dimostrato di essere un giocatore-franchigia, almeno per quanto riguarda le prestazioni sul parquet. Anche quest’anno si prevede quasi un trentello di media, che forse potrebbe riportarlo a vincere il titolo già collezionato nella stagione 2013/14.

Russell Westbrook: il miglior giocatore dello scorso anno subirà quasi certamente un calo delle prestazioni, vista l’aggiunta in squadra di un altro top scorer come Paul George. Tuttavia, considerando l’estrema completezza del suo modo di giocare, non è impossibile pensare che RW0 nella stagione 2017/18 possa bissare il titolo di Most Valuable Player della stagione 2016/17.

James Harden: arrivato ad un soffio dalla vittoria la scorsa stagione, anche per lui la previsione è quella di vedere un calo rispetto agli ultimi anni vissuti da solista. L’aggiunta di Chris Paul a roster, infatti, lo porterà ad avere molto meno la palla in mano, facendolo tornare un attaccante puro com’era ad inizio carriera. Questo però potrebbe anche giovargli: avere meno responsabilità in campo può anche voler dire giocare con la mente sgombra e di conseguenza giocare meglio.

Giannis Antetokounmpo: la sorpresa potrebbe essere proprio lui. In realtà di sorpresa non si può parlare, viste le medie extraterrestri di un anno fa che gli sono tra l’altro valse il titolo di Most Improved Player, e comunque ci sono pochi dubbi sul fatto che The Greek Freak quest’anno si dimostrerà ancora più dominante e completo della stagione scorsa.

Altri cinque giocatori da tenere d’occhio: Kawhi Leonard, Stephen Curry, Kyrie Irving, Anthony Davis, Damian Lillard

Antetokounmpo domina anche in nazionale: che stoppata!

Giannis Antetokounmpo, oltre che essere tra i migliori talenti emergenti del basket NBA, sta facendo vedere grandi cose anche con la maglia della sua nazionale, la Grecia.

Ecco la poderosa stoppata rifilata ad un povero giocatore montenegrino durante un’amichevole.

Antetokounmpo: “Le squadre devono fare le mosse giuste per tenersi i giocatori”

The Greek Freak ha voluto commentare il fatto che molti giocatori al giorno d’oggi cambino divisa con facilità, dando più importanza alle esigenze personali che a quelle della propria squadra. “Molti giocatori promettono di rimanere e poi se ne vanno, ma non bisogna dimenticarsi che alcune squadre non fanno nulla per tenersi quei top players. Kevin Durant, per esempio, voleva rimanere ai Thunder e vincere l’anello; ma la dirigenza non ha costruito una squadra adeguata, quindi lui è andato ai Warriors. Non dovete per forza odiare i giocatori, perché a volte la colpa non è loro”.

Kevin Durant si congratula con Westbrook per il titolo di MVP

Nonostante le provocazioni arrivate dal solito Enes Kanter qualche giorno fa, KD ha voluto fare i complimenti all’ex compagno di squadra: nel suo messaggio pubblicato tramite Youtube l’ha dichiarato meritevole del premio viste le sue incredibili prestazioni tenute per tutto l’anno. Inoltre si è complimentato anche con James Harden, secondo nella corsa all’MVP, e Giannis Antetokounmpo, vincitore del premio MIP e considerato da Durant “un futuro MVP”.

Antetokounmpo: “La Grecia sarà la prossima squadra a battere gli USA”

Intervistato durante un evento di beneficienza, The Greek Freak ha dichiarato che prima o poi la sua nazionale sarà in grado di sconfiggere sul campo gli imbattibili Stati Uniti. “Non so quando accadrà, ma di certo io sarò il prossimo a batterli”, queste le parole di Giannis, probabile MIP della stagione appena conclusa e destinato ad essere tra i migliori in assoluto della lega NBA nei prossimi anni.