Paul George avverte Westbrook: “C’è un nuovo fashion king ad OKC”

Il nuovo grande acquisto dei Thunder, l’esterno ex Pacers Paul George, durante la conferenza stampa di presentazione ad Oklahoma City ci ha tenuto a lanciare un avvertimento al suo nuovo compagno di squadra Russell Westbrook, famoso tra le altre cose per essere il “fashion king” dell’NBA, a causa dei suoi stravaganti look: “Russell deve sapere che c’è un nuovo fashion king in città”, queste le ironiche parole di PG13, che preannunciano una sfida a colpi di moda tra i due.

Andre Roberson è tirchio, secondo un cameriere

Dopo la firma del contratto coi Thunder, il giocatore ha festeggiato in un bar con gli amici: dopo aver preso “qualche drink” (per una spesa totale di quasi 500$) ha pagato lasciando una mancia che al cameriere non è piaciuta per niente. Quest’ultimo ha infatti reso pubblica la foto dello scontrino in cui è presente l’importo della mancia che in America si deve al personale di sala. In effetti, 13$ non sono molti per uno che prende 10 milioni all’anno…

Free agency, le firme – Western Conference #5

Ad Ovest, nessun movimento ecclatante nella notte. Da segnalare però l’arrivo ufficiale di Nick Young ai campioni NBA Golden State Warriors. L’ex Lakers ha firmato per un anno a 5,2 milioni. Oklahoma City rinnova Andre Roberson: per l’esterno 30 milioni distribuiti su 3 anni; farà probabilmente da riserva al neo arrivato Paul George.

Free agency, le firme – Western Conference #4

Ad Ovest, ancora attivi i Sacramento Kings, che aggiungono altri due giocatori a roster: il primo è George Hill, playmaker ex Jazz firmato con un triennale (a questo punto non si capisce più se a Sacramento si voglia puntare sul giovane Fox o no…); arriva anche l’ex Grizzlies Zach Randolph, lungo di grande esperienza e mestiere, con un biennale. Danilo Gallinari, grazie alla tripla trade tra Hawks, Nuggets e Clippers è un nuovo giocatore della squadra losangelina: nello scambio arriva a Denver Paul Millsap, mentre ad Atlanta vanno Jamal Crawford, Diamond Stone e una scelta protetta al primo giro del Draft 2018. I Warriors prendono per un anno Omri Casspi, lungo ex Kings, mentre i Thunder allungano il frontcourt con Patrick Patterson, ex Raptors, preso con un triennale.

Paul George ai Thunder, Oklahoma possibile superteam

Nella notte è arrivato un altro scambio cruciale: Paul George, dopo settimane di rumors continui, ha finalmente scelto il suo futuro. L’ala si accaserà ai Thunder dell’MVP Russell Wesbrook, che a questo punto si piazzano al livello degli altri “superteam” dell’Ovest (Warriors, Rockets…). In cambio ai Pacers vanno due buoni (e giovani) giocatori come Victor Oladipo e Domantas Sabonis, entrambi alla terza squadra in poco più di un anno. A questo punto ad Oklahoma non si possono più nascondere le ambizioni da anello, mentre nell’Indiana si cerca di ripartire da un roster giovane per il futuro.

I Thunder lanciano frecciatine all’ex Durant

In un tweet pubblicato subito dopo gli NBA Awards, il lungo degli Oklahoma City Thunder, Enes Kanter, ha rilasciato una delle sue tipiche dichiarazioni velenose: “Solo tu sei il vero MVP!” con sopra la foto di Westbrook con il trofeo. Il riferimento all’MVP delle Finals 2017 Kevin Durant è più che ovvio.

Kevin Durant ed il cappello contro gli haters

A continuazione dei vari sfottò rivolti dai Warriors (capitanati come sempre dal maestro degli sfottò Draymond Green) ad avversari ed haters vari, ieri KD ha postato sui social una foto del suo nuovo cappello: su di esso il disegno di un cupcake con in cima l’anello NBA al posto della ciliegia. Questo ha un motivo ben preciso: “cupcake”, infatti, è il soprannome datogli dai fan e dai giocatori dei Thunder dopo la sua decisione di sbarcare ai Warriors in cerca di fortuna.

Steven Adams banchetta durante il campionato neozelandese

Che il baffuto lungo dei Thunder Steven Adams fosse un personaggio già si sapeva, ed infatti anche stavolta non ha mancato di deliziare i fan con le sue stranezze. Infatti, durante la semifinale del campionato di basket del suo Paese, la Nuova Zelanda, è stato visto banchettare a bordo campo (e la domanda sorge spontanea: cosa ci fanno delle tavole imbandite a lato di un campo da basket?) con il suo solito look stravagante.